LIBRI, DUNQUE

Intanto, una scoperta (per me, almeno): Dorothy Hewett, scrittrice australiana (femminista e comunista, per inciso) di cui una piccola casa editrice, Giano, pubblica La marea delle quadrature. Una storia, anche, di passioni e presenze alla Giro di Vite, e la…

IL DIRETTORE?

Nella prefazione a Best off, l’antologia (bella) pubblicata da Minimum Fax che raccoglie il meglio delle riviste letterarie italiane, Antonio Pascale fa questa critica a Nazione Indiana e, da quanto capisco, a tutte le riviste letterarie on line: “La leggo…

NOI NICHILISTI

Ha il suo lato comico, ammesso che la comicità non rientri nella cupa brama di degradazione evocata da Ferroni (vedi post sotto), scoprire come, via via, una discussione ingigantisca come una palla di neve e i contorni originali sfumino e…

SOSTIENE FERRONI

Ogni promessa è debito: ecco il testo del’articolo di Giulio Ferroni apparso ieri sul Corriere della Sera: Non è questione di sinistra o di destra: non è solo la cultura di sinistra a essere diventata troppo corriva verso la «monocultura…

TOH, IL CORRIERE

Infatti: sulla terza pagina del Corriere della Sera la polemica sul popolare approda a cinque colonne in un articolo di Cristina Taglietti. E dal momento che il pezzo non e’ on line, e che la sottoscritta ha fin qui sostenuto…

GRAMSCI E LE LECCISO

Sotto l’articolo dedicato alla querelle (titolo, a proposito, La cultura di sinistra? E’ diventata troppo popolare), ne viene pubblicato un secondo, sempre di Cristina Taglietti. E’ un’intervista a Edoardo Sanguineti.Vado a copiare: “La sinistra si occupa troppo del popolare? Secondo…

Loredana Lipperini
Torna in alto